TOP-5 miti di sale


Se il danno zucchero raffinato – dolce veleno, provato, sui pericoli di veleno bianco – sale, si può scommettere. Spesso per mancanza di conoscenza sorgono alcuni presupposti errati, che in seguito prese per la verità. Tali errori sono miti. Di fronte a voi la TOP 5 dei miti di sale.

TOP-5 mifov o soli



Articoli correlati:

La domanda «come comporre un menu per il diabete» – 4 risposta

 

Il primo mito: il sale è un bianco veleno!

Sul sale lungo tempo si è ritenuto che essa non solo non porta il corpo ad alcun beneficio, ma e nuoce a lui. Questo è un grave errore, ti dico. Il cosiddetto «veleno bianco» non c’è una proprietà utile. La presenza di sostanze utili in sale dipende dal suo tipo. Il migliore è senza dubbio chiamare il sale marino. A differenza del più comune classico, viene estratto in modo naturale e non contiene nella sua composizione impurità nocive – tutti i tipi di integratori alimentari. Il fattore più importante è che il prodotto alimentare completamente eliminato dal corpo umano, e non si deposita negli organi e le articolazioni, come comunemente si crede.

Il secondo mito: il corpo umano non ha bisogno di sale

Sono del parere che sale per l’uomo non è assolutamente importante. Basandosi su questa convinzione, alcune persone decidono per se stessi la seguente: eliminare completamente il sale dalla dieta. Farlo in nessun caso è possibile, altrimenti si rischia di entrare nel gruppo di coloro che soffrono di malattie cardiovascolari. La completa esclusione del sale porta al fatto che nel corpo si verifica una carenza di sodio, e svolge un ruolo importante nella vita delle cellule.

Il terzo mito: tra le specie di sale non c’è assolutamente nessuna differenza

Come già detto in precedenza, il sale marino è la più utile, ma questo, purtroppo, si sa. Le persone si confondono, quando ritengono che tra le specie di sale non c’è alcuna differenza. Alla fine preferiscono acquisire ciò che è più conveniente. Sala da pranzo salgemma extra subisce un trattamento termico, ma resto vsevozmojnomy purificazione, ad esempio, schiva. A causa di tutto su di lei influenze, perde tutte le sue proprietà benefiche. Questa è la principale differenza tipi di sale.

Quarto mito: il sale iodato è fonte di iodio

A causa della mancanza nel corpo di tale sostanza chimica, come lo iodio, le persone hanno gravi problemi di salute. Da carenza di iodio in primo luogo la ghiandola tiroidea. Per la prevenzione di malattie legate alla tiroide, le persone acquisiscono il sale iodato. Sì, può essere usata a fini di prevenzione, ma per questo diventa inutilizzabile già sugli scaffali del negozio. Il fatto è che lo iodio può mantenere le sue proprietà medicinali solo per pochi mesi, e, se non conservati lui scompare ancora più veloce. Alla fine il sale iodato si trasforma in un semplice alimentare, che non è in grado di compensare le scorte di iodio.

Quinto mito: l’uomo non manca di sale

Quinto mito è l’assoluto opposto secondo il mito. In realtà, per il normale funzionamento di tutto l’organismo umano, è sufficiente consumare in un giorno solo 5-6 grammi di sale, cioè un cucchiaino. Di solito la gente, non sapendo che da soli, superano tale norma 2 volte. Proprio a causa di questo uso improprio e andato teoria sui pericoli di sale. Conoscendo la misura, il corpo non è fatto male.

TOP-5 miti di sale | Source

miacucina.top utilizza i cookie per essere migliore. Prima di continuare la lettura è necessario accettare Termini e condizioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi